Bob Marley: La sua Biografia e le sue più belle frasi

Creato da sandrine Nguefack
Bob Marley

Biografia di Bob Marley

Nato il 6 febbraio 1945 in Giamaica, Robert Nesta Marley, noto come Bob Marley, ha saputo sopravvivere alla miseria dei ghetti per diventare un’icona di fama mondiale della musica giamaicana, del movimento Rastafari e della libertà. L’infanzia di Bob Marley era segnata dall’assenza del padre, oltre che dalla miseria della campagna.

A soli 20 anni, Marley ha fondato il suo gruppo musicale, i Wailers. All’inizio degli anni ’70, l’influenza dei Wailers sul reggae era così forte che la maggior parte delle altre grandi figure di questo genere musicale si unì al movimento Rasta e si immerse in questa cultura. Pertanto, la loro musica reggae diventa il principale vettore di espressione e rivendicazione rasta. Questa dimensione di protesta introduce una dimensione politica nella musica giamaicana, soprattutto perché l’oppressione governativa del movimento Rasta (case bruciate, esplosioni di violenza nei ghetti, famiglie gettate nelle strade) alimentano la lotta dei reggaemen contro l’ingiustizia. Grandi cantanti come Bob Marley non erano più percepiti come musicisti di intrattenimento, ma come veri rivoluzionari. Diventano i portavoce dei poveri, confinati nella miseria dei ghetti; Bob Marley in particolare inizia ad attaccare violentemente il sistema razzista della Giamaica, che stabilisce una rigida gerarchia tra bianchi, colorati e neri. Questi messaggi sociali vengono ascoltati alla radio dai rappresentanti delle classi svantaggiate: è un vero risveglio per la loro coscienza politica.

La popolarità del reggae e quella del movimento rastafariano si alimentarono a vicenda, fino a quando i Rasta divennero una forza politica con cui la Giamaica deve ora fare i conti. Bob Marley & the Wailers pubblicarono l’album militante Catch a Fire nel 1972, poi Burnin’, che conteneva, tra le altre cose, i successi militanti Get Up Stand Up e I Shot The Sheriff, una scusa per l’autodifesa. Marley poi si separa dai suoi due compagni, desiderosi di intraprendere la loro carriera da solista; si unì agli I-Trees per registrare Natty Dread nel 1975, poi Rastaman Vibration (1976).

Bob Marley a quel tempo possedeva un’aura mistica così vasta da rafforzare il risentimento di alcuni dei suoi compatrioti, in particolare estremisti e razzisti. Nel dicembre 1976 fu vittima di un attentato insieme agli altri membri degli I-Trees; Marley riceve cinque proiettili e Rita Marley viene colpita alla testa (sopravvive miracolosamente). Bob Marley si rifiuta quindi di annullare i concerti programmati, sostenendo che coloro che lavorano per rendere il mondo cattivo non si prendono mai una pausa. Costretto all’esilio da una Giamaica dove non si sentiva più al sicuro, Marley registrò l’album Exodus nel 1977, per poi tornare nella sua terra natale l’anno successivo come parte di un importante concerto per la pace. La sua visita in Africa ha poi ispirato l’album Survival, prima di Uprising nel 1980.

Quell’anno gli fu diagnosticato un cancro alla pelle. Ma Marley tarda a farsi curare: i concerti si susseguono e la religione Rastafari gli vieta l’amputazione dell’alluce che avrebbe potuto aiutarlo. Il cancro si diffonde causando delle terribili sofferenze. L’11 maggio 1981,  Bob Marley muore di cancro all’età di 36 anni presso il Cedar of Lebanon Hospital di Miami.

Le sue più belle frasi

1- Apri gli occhi, guarda dentro. Sei soddisfatto della vita che stai vivendo?
2- Non guadagnare il mondo e perdere la tua anima La saggezza è migliore dell’argento e dell’oro.
3- Emancipiamoci dalla schiavitù mentale, nessuno se non noi stessi può liberare la nostra mente.
4-La grandezza di un uomo non è nella quantità di ricchezza che acquisisce, ma nella sua integrità e nella sua capacità di influenzare positivamente coloro che lo circondano
5- Ogni uomo ha il diritto di decidere in merito al proprio destino.
6-In questo grande futuro, non puoi dimenticare il tuo passato.
7- chi sei tu per giudicare la vita che vivo? so di non essere perfetto, e non voglio esserlo. ma prima che tu inizi a puntare le tue dita…. assicurati che le tue mani siano pulite.
8- In questo brillante futuro, puoi dimenticare il tuo passato
9- Dio ha creato le persone in technicolor. Dio non ha mai fatto differenza tra un nero, un bianco, un blu, un verde o un rosa.”
10- Se qualcosa può corromperti vuol dire che sei già corrotto.
11- Non vivere in modo che la tua presenza sia notata, ma in modo che la tua assenza si senta.

related articles

Abuy Area Incubatori FVG  POR FESR 2014-2020

Le projet a obtenu un financement de 72 000 € de la Région Autonome du Frioul-Vénétie Julienne à travers l'appel POR FESR 2014-2020, Activité 2.1.b.1 bis « Octroi de subventions pour le financement des programmes personnalisés de préincubation et d'incubation d'entreprises, visant à la réalisation de projets de création ou de développement de nouvelles entreprises caractérisés par une valeur significative ou par une connotation culturelle et/ou créative pertinente ». |
ll progetto ha ottenuto un finanziamento di 72.000 € dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia sul bando POR FESR 2014-2020, Attività 2.1.b.1 bis "Concessione di sovvenzioni per il finanziamento di programmi personalizzati di pre-incubazione e incubazione d’impresa, finalizzati alla realizzazione di progetti di creazione o di sviluppo di nuove imprese caratterizzati da una significativa valenza o da un rilevante connotato culturale e/o creativo"