Franck Mensah, l’appassionato di turismo che ti farà amare il Camerun

Creato da sandrine Nguefack
Franck Mensah

Il Camerun, ancora affettuosamente chiamato “Africa in miniatura”, è in sostanza un Paese di ospitalità. Da nord a sud, da est a ovest, si distendono sotto lo sguardo stupito dei visitatori luoghi turistici ricchi di storia, di cultura e di aneddoti. Siti che gli specialisti del turismo conoscono bene. Abbiamo incontrato Franck Mensah, che ha scelto di fare dell’immagine del Camerun un sacerdozio. Chiamato anche Mr. Drone, ha al suo attivo migliaia di immagini uniche del Camerun che non vedremo da nessun’altra parte.

1-Puoi presentarti al nostro pubblico?

Ciao, sono veramente onorato del tuo interesse per la mia attività e per me stesso. Mi presento, Franck Mensah, sono camerunese, sono appassionato dei viaggi alla scoperta dell’architettura e sono un avvocato di formazione. Il mio lavoro quotidiano è più legato all’arte e alla cultura. Dirigo uno studio di animazione e libri per bambini (Balafunart), nonché una struttura di fotografia aerea (banca immagini).

2- Ci proponi l’immagine della guida turistica sui social network. Cosa ti ha spinto a fare questa scelta?

Infatti non sono una guida turistica nel senso professionale del termine, vendo l’immagine positiva del Camerun, con mio fratello ci piace viaggiare quindi a volte lo facciamo anche con alcune persone che ci seguono sulle nostre diverse piattaforme.

 3- Molti hanno un’immagine abbastanza idilliaca della tua attività, ed è la realtà. Quali sono i lati positivi e negativi del tuo lavoro?

Vendere l’immagine del Camerun non è un compito facile, da un lato ci sono quelli che sono davvero felici di scoprire il loro Paese da un’altra angolazione e talvolta sotto aspetti di cui non erano a conoscenza e questa categoria di persone ti incoraggia. E poi altri che pensano che vendere l’immagine del proprio Paese sia in realtà promuovere un governo o dare l’impressione che tutto vada bene, il che è chiaramente una distorsione delle cose. Qualunque sia il sovrano in carica, il Monte Camerun, ad esempio, rimarrà sempre il Monte Camerun. Non bisogna confondere le cose, per essere un cittadino rispettato nel mondo devi saper riflettere un’immagine che già ispira rispetto! 

4- Quali sono i valori che ritieni essenziali e che desideri trasmettere?I

veri valori che si nascondono dietro la mia attività quotidiana di branding in Camerun sono quelli del patriottismo; amore per il proprio Paese, imparare ad amare il proprio Paese e a valorizzarlo per difenderne l’immagine. Accanto a questo c’è consapevolezza ed educazione alla vita e al comportamento civico rivendicando cose semplici come la bellezza della natura che ci circonda e soprattutto la sua tutela. 

5- Tra gli obiettivi posti da Agora Africaine, c’è quello di mettere in luce chi opera in nome della positività e dell’inclusività. Vuoi spiegare ai nostri lettori come la tua azienda raggiunge questi ideali?

Come riusciamo a cercare di raggiungere tali obiettivi? Coltivando la positività tenendo presente che siamo uno Stato in costruzione a immagine stessa dell’Uomo preso individualmente.

 6- Hai qualche suggerimento che potrebbe ispirare chi ci legge?

Ringrazio ancora per aver pensato a me, grazie se ho un suggerimento da darvi è quello di incoraggiarvi per questa iniziativa che secondo me ha un lato educativo in quanto propone il più possibile persone patriottiche che credono nel loro Paese, che possono ispirare soprattutto i più giovani. Siamo in una società che è un po’ carente di parametri di riferimento. In tutti i settori di attività, i giovani hanno soprattutto bisogno di sapere che tutti i loro sogni sono possibili purché ci credano ma soprattutto lavorino per realizzarli, sapendo che gli ostacoli fanno parte del percorso. Non dobbiamo impedire alle persone di sognare e perseguire il loro sogno traendo ispirazione da altri che ci sono già passati.

 

Contatto

related articles

Abuy Area Incubatori FVG  POR FESR 2014-2020

Le projet a obtenu un financement de 72 000 € de la Région Autonome du Frioul-Vénétie Julienne à travers l'appel POR FESR 2014-2020, Activité 2.1.b.1 bis « Octroi de subventions pour le financement des programmes personnalisés de préincubation et d'incubation d'entreprises, visant à la réalisation de projets de création ou de développement de nouvelles entreprises caractérisés par une valeur significative ou par une connotation culturelle et/ou créative pertinente ». |
ll progetto ha ottenuto un finanziamento di 72.000 € dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia sul bando POR FESR 2014-2020, Attività 2.1.b.1 bis "Concessione di sovvenzioni per il finanziamento di programmi personalizzati di pre-incubazione e incubazione d’impresa, finalizzati alla realizzazione di progetti di creazione o di sviluppo di nuove imprese caratterizzati da una significativa valenza o da un rilevante connotato culturale e/o creativo"