L’arte rupestre, un’espressione artistica in quasi tutti i continenti

Creato da sandrine Nguefack
Art Rupestre

L’arte rupestre è un mezzo di comunicazione universale che può essere trovato in quasi tutti i continenti. Questa modalità di comunicazione è stata utilizzata per rappresentare diversi aspetti della vita attraverso le immagini.

Comprende dipinti, disegni e stampe raffiguranti animali e figure umane in scene narrative. In tutto il mondo, le stime del numero rimangono approssimative a causa della distruzione naturale (erosione) e provocata dall’uomo (vandalismo).

Arte rupestre in Africa

Art Rupestre

POLYCHROME PAINTINGS OF ELANDS AND HUMAN FIGURES FROM THE GAME PASS SITE, IN THE DRAKENSBERG MOUNTAINS OF KWAZULU-NATAL PROVINCE, SOUTH AFRICA
Photo : ©Matteo Scardovelli

L’Africa è uno dei continenti in cui sono elencati migliaia di siti rupestri. Il Sahara e l’Africa meridionale sono le aree dove è presente la maggior concentrazione di siti.

L’arte della regione del Sahara (Algeria, Ciad e Niger) è composta per la maggior parte da incisioni e dipinti che illustrano esseri antropomorfi, mitici e mammiferi come dromedari o giraffe. Le arti rupestri del Sahara in Niger risalgono al IV millennio a.C.

Nell’Africa meridionale (Namibia, Zimbabwe, Tanzania e Sudafrica), ci sono immagini di antropomorfi, teriantropi che combinano tratti umani e animali e alci del Capo.

L’Africa meridionale è spesso considerata uno dei più ricchi depositi di arte murale preistorica al mondo. In Sudafrica sono stati scoperti più di 15.000 siti di arte rupestre.

L’Ukhahlamba Drakensberg Park in Sud Africa contiene numerose grotte e ripari sotto la roccia con il gruppo di dipinti più grande e concentrato in Africa, realizzato dal popolo San in un periodo di 4.000 anni. Queste pitture rupestri, di squisita qualità, erano utilizzate dai San per esprimere il più pienamente possibile il loro universo a se stessi e agli altri. Rappresentavano la loro vita spirituale e le loro aspirazioni più profonde.

Ricordiamo però che i paesi vicini come Tanzania, Swaziland, Lesotho, Botswana, Zimbabwe e Namibia devono ancora essere “esplorati”.

 L’arte rupestre Australia

Come l’Africa, l’Australia ha una moltitudine di siti rupestri, le concentrazioni più importanti si trovano nelle regioni di Kimberley, Arnhem Land, Laura e Pilbara. Il più antico potrebbe avere quasi 40.000 anni.  La creazione di tali siti è continuata fino al XX secolo: si tratta della più lunga tradizione di produzione di arte rupestre al mondo. 

Arte rupestre asiatica

PEINTURES RUPESTRES DANS L’ABRI NO 8, BHIMBETKA, INDE. L’ŒUVRE REPRÉSENTE DES HOMMES À CHEVAL ET À PIED, REVENANT DE GUERRE OU D’UNE CHASSE COLLECTIVE.
Photo : ©Bernard Gagnon / Wikipedia Commons

Nell’Asia meridionale, le centinaia di rifugi nella regione di Bhimbetka, nell’India centrale, sono le più conosciute. I pittogrammi rappresentano scene di caccia, battaglie, danze e figure mitologiche. Questa parte dell’Asia è ampiamente riconosciuta per le pitture rupestri nelle grotte. In Indonesia, nell’isola di Sulawesi, alcune pitture rupestri sono state datate da 35.000 a 40.000 anni fa. In Oceania si possono trovare petroglifi, motivi che includono astrazioni, antropomorfi, volti umani, animali ed esseri mitologici, come l’uomo-uccello. 

Arte rupestre europea

UN SITE À DÉCOR GÉOMÉTRIQUE : DES SYMBOLES ET DES SIGNES DIFFICILES À DÉCHIFFRER. BLOC ORNÉ AU SITE DE NEWGRANGE, COMPLEXE DE BRÚ NA BÓINNE, IRLANDE.
Photo : Wikipedia Commons

In Europa ci sono diverse migliaia di siti rupestri. Le più note sono le grotte decorate di Francia e Spagna, che risalgono al Paleolitico superiore (da 45.000 a 10.000 anni fa). I disegni consistono in gran parte di animali accompagnati da impronte di mani e figure geometriche, ma anche petroglifi, antropomorfi, barche, armi, alci, scene di caccia e lavoro sul campo provenienti dalla Scandinavia e dalla Russia settentrionale, create tra 5.000 e 500 anni fa.In Inghilterra, Irlanda e Spagna si trovano incisioni rupestri astratte e incisioni su grandi pietre e su monumenti in pietra. Quest’arte risale al periodo neolitico, vale a dire dal 4000 al 2500 aC. Le regioni alpine di Italia e Francia comprendono incisioni che raffigurano, tra l’altro, antropomorfi, case, scene di battaglie e arature, bestiame e figure geometriche. Questa arte è stata creata nel Neolitico, nell’età del bronzo e nell’età del ferro.

 In America

PICTOGRAMMES DU SITE DE CHACO CANYON AU NOUVEAU-MEXIQUE, ÉTATS-UNIS D’AMÉRIQUE
Photo : ©Daniel Arsenault, Université du Québec à Montréal

Dal Sud e dal Nord America, c’è un’enorme varietà di opere rupestri risalenti a diverse epoche che si estendono dalla Patagonia all’Alaska. Le immagini includono geoglifi di animali (ad es. scimmie e balene) provenienti da Nazca in Perù, fitomorfi e antropomorfi e figure geometriche. In Messico i dipinti sono monocromi e policromi, a grandezza naturale, antropomorfi e zoomorfi. Nello Utah, i pittogrammi rappresentano antropomorfi statici a grandezza naturale che sembrano fissare i visitatori. In Canada, l’arte rupestre si trova da costa a costa. Il numero esatto dei siti non è ancora noto, ma si ritiene che siano circa 3000. Pertanto, l’arte rupestre in Ontario è stata molto più studiata che in Quebec: questo si riflette nei numeri elencati oggi in ogni provincia. La Columbia Britannica è estremamente ricca di arte rupestre. Ci sono quasi 1.300 luoghi di petroglifi e pittogrammi sulla costa nord-occidentale e nell’entroterra. Alcuni combinano entrambi. Sebbene l’interesse scientifico vari da regione a regione del paese, oggi abbiamo una migliore comprensione e molto più rispetto per questa autentica forma d’arte. Arte che spesso ritrae l’enigma della natura circostante con interpretazioni astratte di animali, piante, disegni e forme naturali. C’è un’estetica potente, composizioni equilibrate e combinazioni di colori armoniose ed eleganti.

 

related articles

 

Poiché le guerre cominciano nelle menti degli uomini, è nelle menti degli uomini che si devono costruire le difese della Pace.

DICHIARAZIONE UNESCO

Anche tu puoi far parte di questo progetto partecipando a creare un mondo sempre più multiculturale ed inclusivo.

Abuy Area Incubatori FVG  POR FESR 2014-2020

Le projet a obtenu un financement de 72 000 € de la Région Autonome du Frioul-Vénétie Julienne à travers l'appel POR FESR 2014-2020, Activité 2.1.b.1 bis « Octroi de subventions pour le financement des programmes personnalisés de préincubation et d'incubation d'entreprises, visant à la réalisation de projets de création ou de développement de nouvelles entreprises caractérisés par une valeur significative ou par une connotation culturelle et/ou créative pertinente ». |
ll progetto ha ottenuto un finanziamento di 72.000 € dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia sul bando POR FESR 2014-2020, Attività 2.1.b.1 bis "Concessione di sovvenzioni per il finanziamento di programmi personalizzati di pre-incubazione e incubazione d’impresa, finalizzati alla realizzazione di progetti di creazione o di sviluppo di nuove imprese caratterizzati da una significativa valenza o da un rilevante connotato culturale e/o creativo"